I pannelli di controllo per il Web Hosting consentono di gestire il proprio Server Web tramite un’interfaccia grafica. I più popolari sono naturalmente cPanel e Plesk. Il primo è di gran lunga il più usato, è di fatto lo standard e fornito dai maggiori Web Hosting Providers. E’ presente sul mercato da molti anni e la sua struttura è familiare a molti di coloro she gestiscono spazi web. Il secondo è più recente ma sta prendendo piede prepotentemente negli ultimi anni grazie alle sue caratteristiche intrinseche.

Meglio il cPanel o Plesk?

La risposta dipende dalle proprie esigenze dato che entrambi i sistemi presentano punti a favore e difetti, ma per poterci dare una risposta bisogna analizzare le caratteristiche di queste due interfacce.

cPanel: E’ legato indissolubilmente ad Apache, è semplice da installare ma piuttosto farraginoso da impostare e personalizzare. Inoltre è composto da un ingente numero di pacchetti e files, il che lo rende piuttosto pesante. Richiede maggiori risorse della CPU rispetto ai pannelli di controlloconcorrenti.Così come lo conosciamo è utilizzato dal lato client, mentre dal lato server il suo equivalente si chiama WHM (Web Host Manger) . Vi si possono implementare numerosi moduli, come il Softaculous Installer.

Plesk: Sono lontani i tempi in cui ‘Plesk Parallels’, nel disparato tentativo di contrastare l’egemonia di cPanel, in realtà finiva per consolidare la sua posizione dominante. Il nuovo Plesk Onyx sembra avere le carte in regola per sopperire alle lacunedella precedente versione e sfruttare i limiti di cPanel a proprio favore. Anzitutto la sua installazione è semplice e veloce, grazie al codice pulito e leggero. Altro grande punto a suo favore, può essere configurato utilizzando Apache, Nginx , una combinazione di entrambi o utilizando il Nginx con il caching.

Alcune tra le copagnie di hosting più popolari che utilizzano cPanel: 247-Host, Hostgator e TDMHosting.