WordPress è una piattaforma per pubblicare sul web completamente gratuita che consente a chiunque, senza che sia necessario conoscere alcun codice di programmazione, di creare e gestire blog e siti web. Si tratta di un CMS (content management system, in italiano sistema di gestione dei contenuti), un software con licenza open-source che grazie all’utilizzo di database e al linguaggio PHP consente di creare e gestire contenuti dinamici senza dover essere degli sviluppatori.

E’ di gran lunga lo strumento più usato a tali scopi, infatti, si stima che oltre il 35 percento, ovvero oltre un terzo dei siti presenti su internet vengano creati attraverso tale piattaforma.

WordPress è nato nel 2003 per iniziativa di Matt Mullenweg e Mike Little, inizialmente come piattaforma di blogging, ma si è ampiamente evoluto nel corso degli anni supportato da un’enorme comunità di sviluppatori, cosicché oggi è possibile creare, anche grazie alle sue estensioni, quasi ogni tipo di sito web: negozi online, siti aziendali, forum di discussione, Social Network e molto, molto altro…

Da tener presente che WordPress non è di certo utilizzato soltanto da webmaster alle prime armi per creare siti di piccole dimensioni… al contrario è utilizzato da grandi realtà come il New York Times, dalla Microsoft per il suo blog ufficiale e dal sito ufficiale della Casa Bianca!

Persona che lavora con il laptop ad un post creato con WordPress

Questa piattaforma è disponibile in due versioni:

WordPress.com: E’ la versione online della piattaforma disponibile ali utenti semplicemente registrandosi ottenendo così un sotto-dominio il cui indirizzo termina con wordpress.com. E’ anche possibile personalizzare la url con un dominio di primo livello ed ottenere uno spazio web personale, ma intal caso bisognerà mettere in conto una piccola spesa annuale, e comunque si avranno limitazioni di utilizzo. Ad esempio non si potranno installare plug-in ne template esterne, così come non si potranno implementare link di affiliazione, quindi non sarà possibile utilizzare il blog/sito per ottenere remunerazioni.

WordPress.org: Chiamato anche Self-Hosted WordPress, quest’ultimo invece è un software installabile sul proprio spazio web. Se si sceglie una compagnia di hosting referenziata non è necessario scaricare, scompattare ed installare i file, ma è sufficiente seguire una semplice procedura guidata accessibile all’interno del pannello di controllo del proprio account.

E’ evidente che solo la seconda versione può essere proficuamente utilizzata per creare un sito che possa diventare popolare e soprattutto che possa essere remunerativo inserendovi link di affiliazione e banner pubblicitari (cosa non consentita con WordPress.com). Cio che vi occorre per poter pubblicare con WordPress è un buon hosting provider con piani ottimizzati per questa piattaforma, come ad esempio A2 Hosting, Siteground oppure Hostinger.

Personalizzazione di WordPress:

Uno dei motivi del successo di WordPress è la sua incredibile flessibilità, che permette l’aggiunta di widget, plug-in di terze parti (gratuite o a pagamento) e i temi (Themes), che consentono di modificare anche radicalmente l’aspetto grafico e l’esperienza di navigazione dell’utente.

Uno dei temi più potenti e flessibili in circolazione è sicuramente Divi di Elegant Themes, adatto a tutti perchè permette di fare modifiche non solo alle pagine e agli articoli, ma anche agli elementi fissi come la barra laterale, il footer e l’header in modo visuale. Un’altro fra i temi considerato tra i migliori al mondo è sicuramente Genesis di StudioPress (sarebbe più corretto considerarlo un framework più che un tema).

Per chi invece fosse interessato a creare siti di streaming video si rimanda all’articolo con la descrizione degli ottimi prodotti di WP-Script:
https://spazio-web.it/come-creare-un-sito-di-streaming-video